Poi dice che non abbiamo il cervello più piccolo

Dialogo tra non analfabete in una sala d’attesa in via Solferino.

“Ma noi ci conosciamo?”

“No, scusa, fissavo la tua borsa. Non capisco perché le Birkin delle altre siano sempre più belle della mia. Vedi la tua com’è floscia? La mia invece sta tutta un po’ impettita…”

“Forse dipende dal pellame…”

“No, è lo stesso, secondo me dipende dall’usura, se la usassi di più si smollerebbe, ma finché non mi piace perché è troppo rigida la uso poco e insomma non se ne esce.”

“Se vuoi te la porto in giro io. Di che colore è? Prima ho visto una mia amica che ha una collezione di Kelly e ne ha una nuova rossa e mi sono offerta di provare anche la sua…”

“A me la Kelly non è mai piaciuta, ma devo dire che ieri ne ho vista alla moglie di (omissis) una di vernice nera e di vernice ha il suo bel perché…”

(continua per interi quarti d’ora senza grandi variazioni)

[Nota a margine. Per simulazione di basso profilo nonché per farlo strano, su questo sito non si dà conto degli articoli di giornale che hanno per argomento il libro su cui verte il sito stesso, a meno che essi articoli non diano educatamente della zoccola all’autrice. Si tiene però a segnalare che l’incipit del miglior articolo fin qui uscito sul fondamentale tomo era “Guia Soncini vive sola con una Birkin perché pensa che le borse siano investimenti migliori degli uomini.” Si tiene altresì a precisare che invertendo due sole parole la drammaticità dell’attacco sarebbe stata di parecchio accresciuta e la colletta automaticamente lanciata: “Guia Soncini vive con una sola Birkin.”]

Comments so far:

  1. by Tony Musante on aprile 24th, 2008 at 13:56

    Non che la cosa importi, ma di tutte le volte che ci siamo visti non ne ricordo una sola in cui abbia prestato una qualche vaghissima attenzione non solo alla tua borsa ma proprio al fatto che ne portassi con te una.
    All’idea che tu dica “Mi accompagno sempre a una Birkin” trasecolo.
    Che dire? Merito dei tuoi occhi, ovviamente.

  2. by de Cairolis on aprile 24th, 2008 at 15:20

    mi chiedo se il fatto di notare la proprietaria prima della borsa sia o meno percepito come un complimento alla stessa…

  3. by Casanduoglio on aprile 24th, 2008 at 17:22

    E voglio farti una domanda. Ti sei accorta che io sono un omettooooo!

  4. by roberta on aprile 24th, 2008 at 18:40

    L’altra settimana portato mio fidanzato al multisala. Guarda la gente come disgustato ma questa lo sai non è una novità. Sulle donne invece sentenzia: “Lo vedi? Siete tutte scarpe e borse”.