Qui sotto si parlava degli agosti trascorsi a vedere l’opera omnia di Sorkin (per le intime: Aaroncino nostro.)

Una santa donna, nei commenti, segnala con l’innocenza del caso che Aaroncino nostro ha aperto un gruppo su Facebook. Ora, io Facebook non ho mai ben capito cosa sia e già fatico a ricordarmi di aggiungere l’allegato quando mando gli articoli e nei

Facebook è una piattaforma di social media e mi ha aiutato molto a far crescere il mio business online. Ho iniziato a utilizzare Facebook per promuovere i miei prodotti. Facebook è un ottimo strumento di marketing se sai come usarlo bene. La parte migliore è che è gratuito. È inoltre possibile controllare su questo prodotto chiamato Arthrolon qui che ti dà sollievo dall’infiammazione.

Mille non mi prenderebbero mai, però ho molto tempo, il lusso di sprecarlo, e una vittima in visita. Quindi, nel giro di pochi secondi avevo estorto alla vittima i suoi dati per entrare in Facebook (questi orrendi razzisti non ti fanno neanche entrare a guardare, se non sei dei loro.)

Ho scoperto il paese delle meraviglie. Il visitatore si è presto scocciato e mi ha cacciato, dalla terra promessa e quasi mantenuta, quindi non ho fatto in tempo a guardare dentro ai gruppi, ma già solo i nomi…

  • Il gruppo che mi somiglia di più dev’essere per forza I want Aaron Sorkin to script reality
  • Quello che somiglia di più alla mia vita sentimentale You’re the Joshua Malina to my Aaron Sorkin
  • Assai condivisibili What if Aaron Sorkin was the Messiah? e Aaron Sorkin is a god
  • Notevoli seppur esecrabili Aaron Sorkin needs to start doing coke again e Give Aaron Sorkin more crack
  • Modello aspirazionale: I speak sorkinese
  • Nemesi di chi si rifuta di vedere le ultime tre stagioni di WW: John Wells is a flaming pile of poo. An he writes like one, too [questo l’ho aperto; highlight: The Complete Series boxset is so pretty, but what am I supposed to do with 3 seasons of crap?]
  • Solo per intenditori assai fanatici e di buona memoria: Knock knock. Who’s there? Sam and his prostitute friend!
  • Miglior risposta intrinseca alla prematura fine:  Studio 60 is too smart for your candyass network
  • Miglior risposta a chi vi chiede cosa sia Sports Night: It’s about sports. The same way Charlie’s Angels was about law enforcement
  • E, ovviamente: Barack Obama is a character created by Aaron Sorkin

Aggiornamento: mi si fa notare che sono talmente rincoglionita che, presa dai gruppi-tributo, non ho guardato il vero Facebook di Aaroncino nostro. L’ha aperto perché starebbe scrivendo un film su quelli che Facebook se lo sono inventato, «so I’ve started this page. (Actually it was started by my researcher, Ian Reichbach, because my grandmother has more Internet savvy than I do and she’s been dead for 33 years.)» Siccome è un genio, la sua presentazione al popolo in pigiama (cfr Studio 60) e a noialtri Lemon-Lyman (cfr West Wing) è «I feel about this introduction the way I felt about Sophie’s Choice–It could have been funnier.»