La tenutaria di questo blog ha visto segnalata su un paio di blog la cover fatta da un cantante di cui non le è mai fregato granché di una canzone di cui non le è mai fregato niente.
La tenutaria di questo blog ha fatto la tara ai toni apocalittici, perché essa ha i suoi bravi fanatismi e sa come funziona quando qualcuno ti tocca i tuoi, tuttavia quando ha letto che quella era la canzone che sintetizzava/rappresentava/ricordava l’intero decennio qualche dubbio le è venuto.
La tenutaria di questo blog ha pure ricontrollato, magari aveva capito male e parlavano di …Baby one more time o di Certe notti, mannò, niente da fare, parlavan proprio di Creep ed eran proprio convinti di essere rappresentativi di qualcosa, anche solo di loro stessi.
La tenutaria di questo blog si è segnata da qualche parte di cercare un filo conduttore (verso la sconfitta), di indagare se quelli che pensano i Radiohead siano rilevanti sian per caso gli stessi (quattro, mille) che non trovano notevole Meno male che Silvio c’è; la tenutaria di questo blog è pressoché certa siano gli stessi (quattro, mille) che leggono l’oroscopo di Internazionale.
La tenutaria di questo blog è altresì consapevole essi, qualora interpellati, direbbero il punto non sia numerico: che sian quattro o mille son comunque i best and brightest, le loro opinioni sulle canzonette van valutate con le misure di Cuccia.
La tenutaria di questo blog si è presa il disturbo di ascoltare la versione lesa maestà della canzone in oggetto ed è lieta di confermarvi che gliene frega lo stesso niente che le fregava dell’originale, e vi prega di non essere così cafoni da pesare la sua opinione (né altro di lei): limitatevi a contarla.

Tags:
Permalink - Categoria: Fanatismi

Comments so far:

  1. by Arturo on settembre 26th, 2009 at 23:30

    Ok Computer – l’hai persino tu – non riesco più ad ascoltarlo, forse perché era anche il disco di una relazione, non solo per quello però, è invecchiato veramente, ma il bello dei Radiohead è che il migliore (album) è sempre l’ultimo, cosa che non si può dire di tanti, tranne forse dei tuoi fidanzati.

    PS: Vasco è morto nel 1985 o giù di lì, non fatevi ingannare dal sosia.

  2. by elisabetta on settembre 29th, 2009 at 8:22

    Celine Dion’s Let’s Talk About Love: A Journey to the End of Taste

    E’ divertente!

  3. by alessandro on settembre 30th, 2009 at 16:52

    riguardo i radiohead avete detto tutto.idem x vasco rossi. ma che battisti regni tra i sopravvalutati lo può dire solo chi non ha ballato al piper una donna per amico da giovane, molto giovane.quando c’era la disco…