Archivio novembre 1st, 2009

  1. Le contexte est plus fort que le concept

    In genere sono lenta di riflessi. E in genere trovo che quelli (quelle, perlopiù: femministe, aiutami a dire sbuff) che considerano Carrie Bradshaw la causa di tutti i problemi delle donne, invece che (semmai) il loro prodotto, beh, sian gente che capisce di cultura popolare quanto io di astrofisica. Ma l’ultima stagione di Sex and […]

  2. It’s a long way back from where I’ve fallen down (una strada fatta di 20 grammi di carboidrati al giorno, e in sottofondo la nemesi di quella scema di Scarlett)

  3. In two or three editions

    L’unica volta che ho visto Jemima Goldsmith, stava parlando con Simon LeBon nella hall del Four Seasons di Los Angeles. Sono corsa in camera, e ho telefonato alle amiche incurante del fuso orario e del senso del ridicolo, con la frenesia di una che ha appena verificato incontrovertibilmente che Rosario Dawson ha l’alluce valgo: «È […]

    Tags:
    Permalink - Categoria: Modelli
  4. My name is might-have-been

    Una domenica mattina, aprire Twitter trascurato da un po’, scorrerlo senza leggerlo davvero, epperò, nel sottoscala della ragione, rendersi conto che c’è qualcosa di insolito: perché non ci sono i soliti cinquanta pensieri monchi e sconclusionati in successione ma con buchi di nesso e ortografia futurista? Dov’è, lei? Che le sarà capitato? Un sospetto, una […]

    Tags:
    Permalink - Categoria: Fanatismi
  5. (il resto del circo, qui)

  6. E nemmeno ci provo a bussare

    I grandi amori hanno equilibri impeccabili: lui vuole trattenere il respiro e fingere di non esserci finché si stancano, lei vuole aprire la porta e spiegare il valore di un treat che sia no-carb.