Archivio marzo, 2010

  1. Ieri tutti, dai socialcosi all’Ansa, riportavano lo status FB di una certa Martina, incidentalmente omonima dell’uomo che portò i DS al minimo storico, lasciò Roma in condizioni che pur di togliersi di torno il centrosinistra gli abitanti erano infine disposti a votare Alemanno, e fece fare al PD un risultato inferiore a quello della gioiosa […]

  2. Meet the press

    Luca Dini mette in fila un po’ di cose che non avevo avuto la pazienza di farvi notare, e – segugio! – trova il vantaggio di piazzare certe improbabili notizie (follow the money); quello di farsele piazzare non c’è: si chiama pigrizia, sciatteria, si chiama «tanto non son mica queste le cose importanti, vuoi mettere […]

  3. Analisi del voto, sbrigativa ediscion

    Con questi editorialisti non vinceremo mai.

  4. The things we do to women, e il resto

    - You owe me a half a million dollars and a drink. – I paid for the drinks. – All right, then 500 grand. – What are you doing here? – I’m just hanging out. Why? Do you live here? – I do. I’m sorry I had to leave quickly before. I still can’t tell […]

  5. Sì, sì, la vetrata che dà sull’Hudson, lo Splenda recapitato a domicilio, i bagel al sesamo a colazione, il negozio di Louboutin dall’altra parte della strada, la mostra dell’amichetto di Banksy all’angolo, la tartare di salmone avocado e zenzero dello Spice Market, il pomeriggio al bancone di Chikalicious, il cinema la mattina. Tutto quel che […]

  6. Il flickr della Casa Bianca è roba da far esplodere il rilevatore di fighismo percepito (il portafortuna; il campetto di basket; la – aiutami a dire – sottile e inquietante sensazione che il mondo sia attualmente governato da un set della Leibovitz.) Epperò c’è una foto, quella qua sotto, che mi sembra l’illustrazione perfetta per […]

  7. Avanguardia Lebole

    Io capisco che non ci si possa accanire su un poveretto che ha una redazione in cui si sa tutto di encicliche e niente di nient’altro, o comunque di niente di vagamente contemporaneo; una redazione in cui, quando si dice a chi si occupa di costume «È morto Alexander McQueen», ci si sente rispondere «Il […]

  8. No limits

    Le associazioni di idee sono una brutta cosa: stavo guardando questo e mi sono ricordata di aver l’altra sera visto un quarto d’ora del programma di Barbareschi, il quale, in omaggio al principio fondante del talk show all’italiana (puoi dire qualunque enormità e nessuno mai ti correggerà), ha presentato un minorissimo gruppetto italiano dicendo che […]

  9. D’accordo, io non vorrei mai lavorare in una redazione perché non ho mai conosciuto nessuno che lavorasse in una redazione e che non avesse gravi problemi psichici (intendo: persino più gravi dei miei.) D’accordo, io non faccio testo perché sono sociopatica e non bevo caffè e guardo con nostalgia all’era in cui invece di guardare […]

    Tags:
    Permalink - Categoria: Epifanie