Che poi a lui neanche rovinano i tacchi, è proprio altruismo

Sarà vostro piacere e vostro privilegio credermi sulla parola, giacché nessuna delle fonti sembra in grado di fornirmi un link al video (un altro giorno, magari, parliamo di siti che invece che nel 2011 sembrano progettati nel 1995.)*
Insomma, per ragioni che non sono in grado di spiegare neanche a me stessa stasera c’era, a mia insaputa, una finestra del browser aperta su YouDem. E una volta spenta la tv, fermata la musica, taciuti i conversanti, mi sono accorta che da quel sito aperto sul mio computer veniva lo streaming di un’intervista a Giuliano Pisapia che, dal logo che aveva alle spalle, era stata fatta dal Corriere.
Ora, dovete sapere che ho vissuto a Roma per l’intera gestione Veltroni. Nel centro di Roma, dove si potrebbe tranquillamente perdere un bambino cadendo in una buca, dove è sconsigliabile uscire di casa vestite decentemente nei giorni di pioggia perché le buche diventano pozze e le macchine fanno il rally schizzandoti, dove è lesivo delle schiene dei cittadini e degli ammortizzatori dei loro veicoli percorrere strade la cui manutenzione non basterebbe neanche se si circolasse perlopiù in carrozze a cavalli.
Ho vissuto nel centro di Roma, ma soprattuto ho letto, visto in tv, ascoltato interviste a Valter Veltroni. Il quale aveva sogni che manco Martin Luther King, visioni che neanche David O. Selznick, e quando qualcuno gli diceva «Sì, ma le buche?» sbuffava «Ancora con le buche?» un po’ con lo stesso tono con cui Berlusconi s’annoia a sentir parlare del conflitto di interessi: era chiaro che lui era lì per altro, per far vedere gli affreschi della Cappella Sistina a Julia Roberts, per la photo-op con Woody Allen, per accumulare abbastanza souvenir con celebrità da poter un giorno aprire una trattoria. Lui pensava in grande, e noi a rompergli le palle sulle buche. Meschini.
Insomma poco fa in casa si fa silenzio, faccio appena in tempo a capire che la voce che proviene dal computer è quella del candidato sindaco di Milano, e non so neanche a che domanda rispondesse, ma giuro che la prima cosa che gli ho sentito dire è stata che si occuperà «anche delle buche, soprattutto delle buche, perché la quotidianità dei cittadini è fatta di queste cose.»
Ecco, niente, la punchline mettetecela voi.

* cortesemente, dal Corriere ci favoriscono il link (le buche sono dopo circa undici minuti). Prossima tappa, imparare a indicizzarli in modo che li trovi anche chi lavora altrove.

Comments so far:

  1. by Max on maggio 28th, 2011 at 0:42

    Bisogna saper parlare ai tacchi della gente.

  2. by v. on maggio 28th, 2011 at 12:42

    bellissimo

  3. by vertigoz on maggio 28th, 2011 at 13:00

    ci piace

  4. by Mijbil on maggio 28th, 2011 at 14:14

    Nel caso te lo fossi persa, qui http://www.youtube.com/watch?v=h1BkSFUXwBI (al minuto 11:50) c’è Salvini che durante il confronto tv con Pisapia gli risponde “Non faccia come la Moratti, che falsifica le situazioni!”

  5. by dario on maggio 28th, 2011 at 18:07

    Ma no, forse non è altruismo… Dopo averlo accusato di tutto, probabilmente accuseranno Pisapia anche di andare in giro, preferibilmente di notte, in gonna e tacchi a spillo e che quindi c’è un evidente conflitto d’interessi in questa parte del programma di governo della città… Tornaconto, bieco interesse personale… E come tacere sulle orde di gay che da lunedì potrebbero prendere d’assalto Milano. Magari anche a loro la questione delle buche potrebbe tornare utile…
    Insomma, non siate ingenui…E’ tutto un magna magna…

  6. by unce upon on maggio 28th, 2011 at 23:27

    Dopo il libro della Ines, non si fanno attendere le dichiarazioni di un altro grande altruista… Il prossimo, grazie!

  7. by staz on maggio 31st, 2011 at 16:18

    e io che ho sempre pensato che un giorno gli avrei fatto causa e chiesto come risarcimento la plastica alle tette: chiunque guidi un motorino lungo via petroselli-teatro di marcello-piazza venezia con una quarta di reggiseno sa di cosa sto parlando.

  8. by Paolo Rastelli on maggio 31st, 2011 at 17:39

    http://video.corriere.it/se-vinco-piangero-ma-nascosto-/f4d4ca0c-8778-11e0-8601-a1952c3da2ae

    L’intervista che lei ha visto dovrebbe essere questa
    Cordiali saluti
    Paolo Rastelli, corriere.it