Archivio dicembre, 2012

  1. Asperger at heart

    Ho questo problema, già lo sapete, dell’immedesimazione sempre nei lui e mai nelle lei. La cui degenerazione senile (non è vero: mi dura da una ventina d’anni) si chiama: immedesimazione nei fidanzati di Isabella Rossellini. Non riesco a decidere se sia iniziata con quella vicenda di Cannes o la volta in cui lessi un’intervista in […]

  2. C’è la verità e anche il mestiere

    Sono giorni che rimando, ed è colpa sua, che fa sembrare Cuccia e Salinger due esibizionisti (sì, lo so che le donne renitenti alla pubblicità poi a un certo punto sbroccano, ma lei no, lei non avrà la deriva-Rusic, almeno credo, almeno spero, almeno.) Ma insomma ieri sera ho deciso che non potevo continuare a […]

  3. Il libro nudo

    Prometto che non lo farò per ogni recensione, altrimenti questo posto diventa un inferno (bugiarda: non lo farò solo per le stroncature, le grida al capolavoro le riporterò con zelo dovesse pure articolarle il Philip Roth di Nocera Inferiore – figurati se non ce n’è uno), e sento il bisogno di maniavantismi assortiti – ma […]

  4. L’abbiamo già detto, sì?, che è il 1984

  5.  

  6. Brandelli di conversazioni cui ho preso parte nell’ultimo mese. Non una parola è stata cambiata, non un dato di fatto è stato accresciuto a beneficio della sceneggiatura. «Non so con chi abbia parlato e con chi sia abituata a lavorare [...] Respingo quindi al mittente tutte le ingiustificate accuse» (contabile di quotidiano cui facevo presente che, […]

    Tags:
    Permalink - Categoria: Intolleranze
  7. Andate, e scaricatene tutti

    Questa è l’ultima puntata, puntualissima per farci perdonare dei pasticci della settimana scorsa. Come ha notato uno bravo che conosco, «le altre siamo noi», quindi non fate quelle «non mi somiglia per niente», e non saltate subito all’ultima pagina per scoprire chi sia l’assassina, né ai ringraziamenti per trarne pettegolezzi (vi suggerisco quel che va […]

  8. Se «non esiste il mezzo, esiste l’uso che se ne fa» non fosse un concetto troppo banale persino per me, la questione sarebbe poi solo quella: che alla fine, persino sul mezzo a più facile tracollo di niente da dire, a più immediata esposizione della crisi dei cinquanta, uno bravo lo riconosci perché riesce a […]

  9. aggiornamento: C’è. Vi risparmio la cronaca degli strilli, dei ma-cosa-c’entriamo-noi-è-Amazon-che-decide-quando, del fatto che, del tutto casualmente, un quarto d’ora dopo era on line. D’altra parte, se sei così cialtrone da dimenticarti di mettere in vendita i tuoi prodotti, non ci si può aspettare che tu abbia abbastanza cervello da dire «Sì, scusa, in effetti ho […]

  10. Non avrei saputo dirlo meglio

    Sono sempre più intollerante nei confronti dell’eterna sedicennitudine – quella delle quarantenni, quella dei cinquantenni. Comprese le selezioni di consumi culturali da neanche Smemoranda, più diario di Snoopy (una tizia, l’altro giorno, alla presentazione dell’autobiografia di John Taylor, mi ha fatto vedere il suo, anno scolastico ’84-85, e m’è venuta una gran voglia d’appartenere a […]