Archivio giugno, 2013

  1. James Gandolfini, 1961-2013

    Per fortuna la memoria a gruviera m’impedisce di ricordare dettagli troppo imbarazzanti, ma quando al secondo anno di Soprano James Gandolfini vinse l’Emmy al quale era candidato il presidente Bartlet è grandemente plausibile ch’io abbia mugugnato contro la clamorosa ingiustizia e il vergognoso furto. Perché non è vero che è impossibile rispondere a «vuoi più […]

  2. Chacun son sperme

    Elenco non esaustivo di personaggi in cui ci si immedesima guardando Un château en Italie. La dottoressa che «guardi, le do mezzo Valium.» La madre di Garrel senza lobi frontali che racconta il parto. Il padre di Garrel che ci è rimasto sotto. Garrel (forse più di chiunque) quando lei lo trascina a occuparsi delle […]

  3. Cavalli e segugi, moltissimi gli equini

    Sono una ragazza fortunata, e considero una consistente parte della mia fortuna il non dover fare interviste. Ne farò quattro all’anno, ormai, e sempre perché mi va di farle, a gente che mi piace o m’interessa e che mi sono scelta. Guardo le donne sensate che conosco e alle quali la professione richiede di fingere […]

  4. Parecchi anni fa, arrivò su Wikipedia una voce a mio nome. Ora, quel che vi serve sapere per capire l’inutilissima storiella che segue è che Wikipedia, enciclopedia basata sul volontariato dei compilatori che nei paesi seri riesce a essere comunque una cosa seria e con una sua attendibilità (certo, non considera Philip Roth una fonte […]