Archivio luglio, 2013

  1. Nora, ti presento Aaron

    Nessuno sa spiegare Amy Gardner. Eppure qualunque persona sensata abbia mai visto West Wing sa che Amy Gardner è la cosa più pazzesca mai capitata in una serie televisiva. Certo, c’entra l’inarrivabile fighezza di Mary Louise Parker, chi lo nega. E c’entra il fatto che lei e Josh abbiano un paio di quei dialoghi che […]

  2. Per ragioni che è prematuro spiegarvi, certe donne di Woody Allen che non sono le solite che siamo usi citare quando parliamo della categoria, certe donne di film considerati minori cui non siete soliti pensare, certi dettagli precisissimi ultimamente sono il rumore di fondo di tutte le mie menate. Per ragioni che hanno a che […]

  3. People you may sue

    Dice che Bret Easton Ellis ha visto l’internet italiana e ha deciso di riscrivere un grande classico della letteratura inglese. Dice che voleva chiamarlo When selfies met femminicidio, ma pare che femminicidio fosse un concetto troppo legato a quel minorissimo mercato che è l’Italia, ostico al pubblico americano pure più culturalmente equipaggiato – quello che […]

  4. Chissà quanto ci mette Francesca Borri a farsi lo smokey. Lo dico per i maschi etero inattrezzati che passassero di qui e ignorassero i fondamentali della civiltà (insieme che include il sottinsieme di quelli che, il primo giorno della storia che v’ha svoltato la sezione «precariato» dei giornali di luglio, invocavano gloria o rivoluzione o […]

  5. Insomma, poco fa su Twitter compare un’intervista del tenero filone giornalistico «Se parlo male un po’ di tutti, le agenzie mi riprendono, e se non loro almeno i blog, e se non i blog almeno altri giornali che nessuno leggerà ma mia mamma può dire alle amiche al paese che il figlio ha tanti ritagli». […]

  6. Elenco non ragionato dei motivi per cui martedì sono andata a vedere un concerto che avevo già visto dieci giorni prima. Perché innamorarsi con Lorenzo, lasciarsi con Tiziano (cit.) – e tradirsi con Ivano, rimpiangersi con Francesco, smettere di sopportarsi con Claudio e tutto quel che vi pare, ma insomma non è che possiamo fare […]