Archivio gennaio, 2014

  1. Una volta ho lavorato per una femminista. Nel senso: ho lavorato in una redazione che una tizia che viene citata come «femminista storica» veniva pagata per coordinare. Nel senso: ho lavorato in una redazione particolarmente inefficiente in cui la più alta in grado era una che, dovendola citare sui giornali, indicherebbero come «femminista storica», non […]

  2. Io l’attacco di panico di Paolo Virzì lo capisco. Capisco che uno a un certo punto venga assalito dal dubbio che sì, va bene, le professoresse democratiche, il pubblico di Rai 3 che vuole sentirsi legittimato dal prodotto de qualità, l’engagement e tutta quella rava per tacer della fava, d’accordo, ha sempre funzionato, ogni volta […]