Archivio per la ‘ categoria ’ In preparazione il seguito

  1. La pinguedine delle opere seconde

    Ieri pomeriggio sono andata a casa di uno dei miei punti di riferimento. La signora mi ha accolto e, prima ancora che mi sedessi sul divano, mi ha detto: «Eh, ma come sei ingrassata. Non va bene»; poi abbiamo amabilmente chiacchierato dell’universo per un’oretta o due, e infine mi ha riaccompagnato alla porta dicendomi: «Sì, […]

  2. Sono ragionevolmente convinta che, dopo questa overdose di promozione, non vi lamenterete mai più ch’io non v’informi abbastanza delle mie produzioni e apparizioni (come sarebbe, non vi eravate mai sognate di lamentarvi?) Non vorrei che, a causa della mia eccessiva discrezione, ignoraste che ho pubblicato un delizioso libercolo sulle menti malate di noialtre che viviamo […]

  3. Alcune cose che sono accadute nel rutilante mondo delle pubblicazioni sonciniane nelle ultime ventiquattr’ore: – Il vostro ebook preferito, Come salvarsi il girovita, storia di una culona irriformabile (il sottotitolo non c’è, ma è come se), dopo una settimana di saldi estremi è ritornato al suo prezzo forma di 2 euro e 86 centesimi (cioè, […]

  4. Conosco un sacco di gente che pubblica libri. Ma proprio tanta. Sicuramente più di quanta ne conosca che ha un lavoro vero. E il mio gioco preferito è chiedere a uno che ha appena pubblicato un libro «E allora, come sta andando?»; è, senza eccezioni, una domanda alla quale è impossibile ottenere una risposta non […]

  5. Piccolo spazio pubblicità

    Prometto: questo coso non diventerà uno di quei cosi in cui la tenutaria, ogni volta che scrive di qualsivoglia tema, lo fa apponendo un inciso «a questo proposito ho scritto un libro questa settimana è pure in offerta e affrontava prima di tutti il tema che oggi trovate nell’intervista a Tizio e nelle previsioni del […]

  6. Quelli che ti chiamano esattamente nel momento in cui avevi smesso di temere, e ti eri convinta fossero spariti per sempre, sollevandoti dall’imbarazzo del non volerli rivedere manco per sbaglio e del dover fare tuttavia small talk, nel momento esatto in cui provavi per la prima volta un sentimento nei loro confronti, e quel sentimento […]

  7. - Ma di quanti anni fa stiamo parlando? – Boh, ne avrò avuti venti… – Quindi l’anno prossimo. – Lui tipo 34, 35. – Guarda che 34 è l’età in cui si switcha. – La Grande Paralisi del Metabolismo ? – Tu quanti anni è che hai? Vabbè, non me lo dire, si vede subito […]

  8. Porca, ma donna (involontaria courtesy of)

  9. > Ciao Guia > > Will you still be in town on Monday? Maybe we can have breakfast on terrace? > > I’m still in Paris, probably for a few days, depending on Jessica Simpson – don’t ask.

  10. Il giorno in cui a Londra fecero il Live 8, televisioni e siti internet erano pieni di interviste fatte nel backstage a quel gran genio di Madonna (l’unica, assieme ai R.E.M. e a Robbie Williams, che quel giorno abbia dimostrato un’idea di cosa significa “fare spettacolo”, anche se poi ci saranno sempre esperti di musica […]