Archivio per la ‘ categoria ’ Karma is a bitch

  1. Gli costò sacrifici immensi, perché si sa come vanno le cose: la bella promessa diventata o in procinto di diventare solito stronzo comincia a lasciarsi andare, non rinuncia al bicchiere in più, alle cene in piedi comincia ad arraffare piatti di pasta sempre più invasivi, sicché alla fine non si ritrova solo drammaticamente stronzo, ma […]

  2. Il numero imperfetto

    Insomma l’altra sera una persona alza gli occhi da un romanzo italiano e mi dice «Sei citata». Che non è mai buon segno, ma su questo torniamo tra poco. Sfoglio, e all’inizio penso si riferisca a certe trovatine in effetti familiari: gli uomini che sono le nuove fighe, le tariffe orarie dell’analisi per ore di […]

  3. Invecchiare con malagrazia

    Si sa come funziona. Prima tutti quelli famosi sono nati prima di te, e da un certo punto in poi iniziano a essere nati dopo di te, e non hai più scuse per pensare che alla loro età vincerai un Oscar/sfilerai per Balenciaga/scriverai il Grande Romanzo Multinazionale. Poi inizi a guardare con interesse i tuoi […]

  4. Per vederti andare via

    Se sono capace di far funzionare la pubblicazione programmata, questo coso che sto scrivendo alle cinque di mattina, ascoltando Banana Republic a un volume per il quale verrò sfrattata, andrà in rete il giorno del compleanno di Lucio Dalla, all’ora del funerale di Lucio Dalla, nella data in cui Lucio Dalla avrebbe fatto, a Ginevra, […]

  5. L’aggiornamento Istat del rimorso

    Nella puntata serale di Centovetrine che è appena andata in onda, all’interno di una storyline in cui due adulti, senza mettersi a ridere, hanno dialoghi come «Provo solo rancore e sofferenza» «Tu non puoi odiarmi» «È vero, non riesco a odiarti, ma non riesco neanche più ad amarti» è appena andato in onda un pezzo […]

  6. E che il 2012 sia meno crudele

  7. Fair enough, merry Xmas

    Non ho niente da dire. Mi sono svegliata tardi, e la vita non è democratica. Non siamo tutti capaci di sbronzarci fino alle tre di notte e alle otto di mattina andare a un talk-show avendo nel frattempo prodotto «un saggio di due o tremila parole su John Locke e John Stuart Mill». Noialtri mediocri, noialtri […]

  8. Gordon Brown spoke this week at a lunch for private equity firm Carlyle in Paris. Obviously embracing the fact that he can be a little more informal now that he is no longer Prime Minister, Gordon decided to dish a little dirt – on Silvio Berlusconi. Specifically, a tale about the time Berlusconi approached Brown […]

  9. Quella non era un’esercitazione

    Stamattina mi sono svegliata trovando tutti i socialcosi che conosco pieni di giorni nuovi, vite nuove, stavolta-è-finito-davvero. La prima volta che ho sentito dire «Berlusconi da questa non si riprende più» forse era ancora il ’94, il suo primo governo sarebbe finito a gennaio ’95, e i saperlalunghisti dicevano che figurati, mica è in grado […]