Archivio per la ‘ categoria ’ Maddalene

  1. Poi una notte lasciasti portarti via

    Coi tuoi vent’anni, portati così Io neanche me la ricordo, la prima volta che ho votato. Non so che anno fosse, né che partito. Poi, siccome il revisionismo è il primo dovere dell’essere umano, mi sono nei decenni costruita una rispettabile biografia di bambina comunista, ma figuriamoci. Non mi ricordo la prima volta che ho […]

  2. Non è una sindrome nuova: all’inizio del Novecento un blogger parigino scrisse sette volumi sul profumo delle pastarelle che mangiava da bambino e sulla celeste nostalgia che ne derivava, e per questo passa per un gigante della letteratura. Non è una sindrome nuova: dal Sapore di mare dei Vanzina alla Notte prima degli esami di […]

  3. L’abbiamo già detto, sì?, che è il 1984

  4. Per vederti andare via

    Se sono capace di far funzionare la pubblicazione programmata, questo coso che sto scrivendo alle cinque di mattina, ascoltando Banana Republic a un volume per il quale verrò sfrattata, andrà in rete il giorno del compleanno di Lucio Dalla, all’ora del funerale di Lucio Dalla, nella data in cui Lucio Dalla avrebbe fatto, a Ginevra, […]

  5. Tags:
    Permalink - Categoria: Maddalene
  6. (grazie a Fran)

  7. Se vuoi sentimento io ho sentimento, e carne per la carne.

  8. Ho un amico che da anni cerca una parafrasi per il «Sono di Filadelfia, noi crediamo in dio» di Mary Wilkie. Finalmente gliel’ho trovata. Merito di Lorenzo Cherubini, che poco fa ha tuittato questa cosa qui: Egli non sa cos’ha scatenato. Le piccole fan, che già si sdilinquivano da settimane su Mare Mare rifatta al […]