Archivio per la ‘ categoria ’ Sociologia spicciola

  1. L’invidia del fenicottero

    Domani a quest’ora saranno stati già scritti un tot di editoriali su come tutti quelli che negli ultimi otto mesi hanno espresso opinioni riconducibili alla matrice «Ammazza che cagata il film di Sorrentino» l’abbiano fatto per invidia. Saranno meno di quelli che sosterranno la nuova (e persino più sbronza) linea interpretativa, ovvero «Non vi è […]

  2. Harry ti presento Sally è del 1989, e contiene una delle più grandi verità che mai siano state enunciate: «Tutti pensano di avere buon gusto e senso dell’umorismo». In agosto un tizio fin lì mai sentito del PD, Gianluigi Piras, si incartò in una polemica che a spanne possiamo riassumere in: Yelena Isinbayeva approva la […]

  3. Chissà se si usa così anche da altre parti. Chissà se, quand’è uscito Lo squalo, Spielberg ha dato delle interviste precisando che aveva letto Moby Dick e Omero, Kipling e Poe. Chissà se, in quel caso, l’intervistatore gli ha detto «Vorrei pure vedere, uno straccio di liceo l’avrà fatto». Due settimane fa Gennaro Nunziante ha […]

  4. Ci pensavo qualche settimana fa, perché Louis CK – che mi ha dato spesso motivo di considerarlo uno da stare a sentire – era ospite in un talk-show e gli hanno fatto una qualche domanda che riguardava Rolling Stone, una qualche classifica di comici in cui la rivista l’aveva celebrato o roba del genere. E […]

  5. E se un giorno qualcuno me la porterà via, io andrò da lui e gli dirò: “Occhio, lei è stata mia moglie”.  A un’altra donna sarebbe dispiaciuto offuscare il compleanno, a me no.  Non avrei mai voluto un imprenditore nato ricco con i soldi di famiglia.  Soprattutto è napoletano e questo vale mille punti in […]

  6. People you may sue

    Dice che Bret Easton Ellis ha visto l’internet italiana e ha deciso di riscrivere un grande classico della letteratura inglese. Dice che voleva chiamarlo When selfies met femminicidio, ma pare che femminicidio fosse un concetto troppo legato a quel minorissimo mercato che è l’Italia, ostico al pubblico americano pure più culturalmente equipaggiato – quello che […]

  7. Quote

    A beneficio delle migliori menti di molte generazioni, che su Twitter si stanno scaldando perché nella commissione di saggi (sì, insomma: nel colpo di Stato senza militari attualmente in atto in questo paese a forma di scarpa) non c’è neanche una donna, e di altre migliori menti che s’indignano perché non c’è neanche un giovane, […]

  8. Non avrei saputo dirlo meglio

    Sono sempre più intollerante nei confronti dell’eterna sedicennitudine – quella delle quarantenni, quella dei cinquantenni. Comprese le selezioni di consumi culturali da neanche Smemoranda, più diario di Snoopy (una tizia, l’altro giorno, alla presentazione dell’autobiografia di John Taylor, mi ha fatto vedere il suo, anno scolastico ’84-85, e m’è venuta una gran voglia d’appartenere a […]

  9. E insomma c’è questa vicenda di Ostuni e Carofiglio, che io non so bene chi siano – cioè Carofiglio so che esiste perché è sul radar scrittori smaterassabili di parecchie mie amiche, ed è un radar così spopolato che quando ne intercetta uno se ne sparge la voce e se ne memorizza il nome, ma […]

  10. Trombonismo senza limitismo

    Caro Paolo Sorrentino, Noi non ci conosciamo. Nel senso: lei non ha la più pallida idea che io esista, e io so (ovviamente) che lei esiste ma non conosco abbastanza le sue opere da essere una sua fan o una sua detrattrice. A favore, persone che stimo mi parlano bene di lei; a sfavore, l’unico […]