1. Consigli per gli acquisti

    Come i più attenti già sanno, sono convinta che uno dei problemi dei prodotti culturali italiani sia la critica che li racconta. Non saprei dire da dove nasca quest’annosa questione di uova e galline, se è più scoraggiante fare roba bella in un sistema che non riesce a riconoscerla, o più inutile sprecare talenti grandiosi per raccontare opere […]

  2. Genetica, dimmi se passiamo la soglia

  3. No, niente

  4. May-November

    You know, the old story of boy meets girl, the boy pesters girl with too many phone calls at inappropriate hours of the night. (Colin on Liz)

  5. (il riassunto qui)

  6. «Inevitable», lei disse

    Il concetto di «anime gemelle» o «destino» o come altro lo si vuol chiamare ha fatto quasi tanti danni quanto quello dell’essere se stessi, e molti di più della grandine. Liz Taylor e Richard Burton, con il loro archetipo di amore tormentato e tiremollistico e furioso, sono stati, per esseri umani non attrezzati a valutarli […]

  7. Bringing up goatee

    Accade questo. Che un amico fa una dichiarazione di principio: odio i romance movie. Io sono a favore delle dichiarazioni di principio, specie quelle insensate, e a favorissimo dei pregiudizi di genere, inteso come gender prima ancora che come genere cinematografico: esattamente come non voglio avere niente a che fare con donne etero che si […]

  8. Come il modello-dannazione non avesse già fatto più danni della grandine sui nostri neuroni dementemente adolescenti, una strepitosa galleria di tossici.

  9. La festa per i 90 anni di Vogue, quello francese, quello con la direttrice figa col Twitter rilevante e spiritoso e sempre sull’orlo del signoramiismo senza mai cascarci dentro, quella festa lì, che – per ragioni che nessuno che abbia letto Truman Capote o Francis Scott Fitzgerald ha bisogno di sentirsi spiegare – si è […]