1. Cavalli e segugi, pochissimi i non-equini

    Quaranta settimane di gravidanza, più cinque di vita della bambina. E non una foto, un articolo, un gnènte finché Hugh Grant non ha deciso di comunicare che sì, ha avuto una figlia. Di che cosa parlo quando dico che sui giornali ci finisci solo se ci vuoi fortemente finire.

  2. All the toys

    La parte su lei e la nuora non mi convince per niente (per la semplice ragione che, a suocera viva, non ci sarebbe stata, nella fetta di star stystem fatta di case reali, una job vacancy così disperante da lasciare tutto questo spazio a Kate M.), ma il Twitter di Diana sarebbe in effetti il […]

  3. Pianisti, bordelli, respectable job

    Avevo appena finito di leggere l’ennesimo cascame dell’orianafallacismo: giornalista delle pagine politiche passa la telefonata con intervistata renitente a dire «No la prego non mi riattacchi poi il direttore mi sgrida», e postumamente aggiunge domande aggressive, che facciano sembrare lui di prontissimo intelletto e lei mestruata o giù di lì, domande di quattro righe l’una, […]

  4. She was serious about sex

    Lo star system non l’hanno mica ucciso i tabloid: più l’autoironia (ma anche il basso profilo)

  5. Io sola so quanto mi merito la miniera

    «Cioè mi stai dicendo che non sai i capoluoghi di provincia calabresi?» «Ma se non sono mai riuscita a imparare gli arrondissement!»

  6. They sure changed mine

    No, niente, è che stavo vedendo un film dell’85, tratto da un musical che aveva vinto il Pulitzer nel ’76 e che incidentalmente non parlava neppure di tv, ma del severo e meritocratico mondo del teatro, lo stavo vedendo, e ho pensato che come no, avete proprio ragione voi, è tutta colpa della tv commerciale, […]

  7. A Domenica5, nel dibattito sull’affido condiviso e altre avvincentissime storie di mancati assegni di mantenimento, in uno dei punti più alti che la nostalgia di Carabarbara D’Urso abbia fin qui conosciuto, Nina Moric, intenta a dare a Corona del padre assente non potendo esprimere l’unica recriminazione che avrebbe voluto, ovvero «Mamma, perché non m’hai fatta […]

  8. Pocket money

    Sono giorni che mi riprometto di scrivere quanto mi sembri da ubriachi lo stupore per Berlusconi che nega di aver mai pagato per scopare: certo che è convinto che vadano con lui perché ne sono attratte, irresistibile come si trova, e certo che è convinto sia normale riempire di soldi e regali una donna. È […]

  9. Scusate, ho visto solo adesso la dichiarazione sentimentale di Berlusconi: lui dice «Uno stabile rapporto di affetto con una persona» e voi vi focalizzate su stabile invece che sulla scelta non di donna ma di una parola ambigua come persona?

  10. Non potendo avere una macchina del tempo che mi faccia tornare indietro a vederlo che prova Le tre sorelle, mi accontenterei di entrare in camerino a vedere la cartina su cui Mick Jagger segna la città in cui il tour comincerà a guadagnare.