1. Quattro cani per strada

    Alcune cose che ci sono in Noi 4: Un’ingegnere che vive in Italia da almeno ventitré anni e parla come una badante arrivata da sei mesi. Due figli cresciuti con una che parla come Ti spiezzo in due che hanno la calata di due cresciuti in casa di Verdone (gli attori del scìnema itagliàno so’ […]

  2. A me le scuse non piacciono, come metodo. Mi sembra vadano bene se dai un pestone a qualcuno in tram, o se arrivi in ritardo a un appuntamento ogni trecento. Ma se, come spesso accade, i comportamenti non sono accidentali ma dicono qualcosa di quel che sei, le scuse mi sembrano inutili, e le richieste […]

  3. I social network hanno fatto per l’andropausa ciò che la Basaglia aveva fatto per la pazzia conclamata: sono tra di noi, ci mettono in imbarazzo, ci tocca vergognarci per loro conto (mentre loro, ignari, danno spettacolo). Prima gli uomini che, fin lì rispettabili professionisti e personcine a modo, tra i 49 e i 59 sbroccavano, […]

  4. Sushing the shark

    Alcune risposte che pretendo di avere dalla prossima mezza stagione di Scandal, premesso il diritto di Shonda Rhimes a saltare squali a cavalcioni d’altri squali mentre fa un’happy hour di sashimi di squalo con la grazia con cui solo lei lo sa fare. – Soprassiedo su Mama Pope che dopo ventidue anni in una cella […]

  5. Asperger at heart

    Ho questo problema, già lo sapete, dell’immedesimazione sempre nei lui e mai nelle lei. La cui degenerazione senile (non è vero: mi dura da una ventina d’anni) si chiama: immedesimazione nei fidanzati di Isabella Rossellini. Non riesco a decidere se sia iniziata con quella vicenda di Cannes o la volta in cui lessi un’intervista in […]

  6. Ricorsi

    In questo momento, nello studio dell’Isola dei famosi, si stanno incartando su un argomento che in genere è di pertinenza delle ospitate televisive di Corona (e di certe terze elementari): ma devi proprio dire le parolacce? L’oggetto, molto meno avvincente di Corona, dell’attuale gravissima accusa di parolacce è Laerte Pappalardo, figlio di Adriano (già finalista […]

  7. Elizabeth Wurtzel è l’autrice di uno dei miei libri di formazione. Ogni tanto, tipo quando compie gli anni uno dei tre intervistati che mi hanno fatto piangere da che intervisto la gente, mi ricordo quant’è brava.

  8. INT. ACE’S TANGIERS PENTHOUSE ACE and GINGER are alone in the living room. The apartment looks out on the glittering neon signs of the Strip. ACE (V.O.) Within no time, everything was set in place. We got rid of the freelance scamsters. The per was way up. The gods were happy, or as happy as […]

  9. Ricorderò il 2010 come l’anno in cui il mio alibi cambiò identità. Quello in cui il mio disadattato di riferimento smise di essere Glenn Gould, e cominciò a essere Mark Zuckerberg.

    Tags:
    Permalink - Categoria: Modelli