1. Sugli sgabelli di Poporoya, discutere di quanto sia indecente il fatto che ora vadano tutti matti per Robertino, è diventato un sex symbol per le masse manco fosse uno Scamarcio qualunque, ma che schifo, ma che vogliono tutti questi, io me lo curo dai tempi di Ally McBeal, lo dici a me che ho pure […]

  2. Rupert Everett ha fatto tutto: la più struggente storia di disamore senza lieto fine (Ballando con uno sconosciuto), la più frocia commedia romantica per le masse (Il matrimonio del mio migliore amico), la più inarrivabile ospitata da Barbara D’Urso (qualche settimana fa, una mezz’ora che non ci sono le parole per descrivere, non vedevo un complesso di […]

  3. Due anni fa ho scoperto Pink Cheeks. Ho conservato un listino, attraverso non so più quanti traslochi, perché mi pareva meritasse, nonostante non includa il miglior servizio colà offerto, quello natalizio: te la depilano ad abete, e te la tingono di verde. Ho discusso con tutti i froci che conosco, circa il senso dell’anal bleaching: […]

  4. Ci avresti scommesso, tu, su di noi

    Il groupismo giornalistico non ha ancora avuto la sua Pamela Des Barres a storicizzarlo, ma non per questo è un passatempo meno praticato rispetto a quello rock (essendo morti entrambi i generi, trattasi di groupie-rianimatrici, ma questi son dettagli.) Insomma, pur non leggendo nessuna di noi i quotidiani, tantomeno le pagine della politica, e non […]

  5. Ieri discutevo con un gruppo di televisionari del fatto che le rubriche di critica televisiva dalle quali essi si fanno ingrossare il fegato le leggono solo quelli che lavorano in televisione, che non esiste uno-spettatore-uno che dica «il Grande Fratello non lo guardo perché l’ha stroncato Tizio.» Quel che non avevo detto era che sono […]

  6. I’m also aware that, while it feels like about 2 million people have tried to convert me to this show, there are, ironically, only about 2 million people watching the show each week—or roughly 11 million fewer people than watch House, a show that no one has ever tried to force me to embrace. (Mostratemi una persona […]

  7. Ricordami di me

    Molto tempo fa amavo un uomo e viaggiavo molto. Siccome non amo mai le persone amabili ma sempre quelle brillanti (nonché dotate, come diceva quell’attore, di un culo come il culo), il giorno in cui facevano l’anteprima del film di Muccino in cui Bentivoglio cornifica la Morante con la Bellucci, e io ero fuori città, […]

  8. Mettendo a posto un armadio di golfini, ritrovarsi a cantare “gli schiaffi presi e poi ridati bicchieri frantumati e giuro di non farlo più che non esisti solo tu” Rendersi conto di saperla tutta, ma di non avere idea di che canzone sia. Cacciare un preoccupante acuto su “e casco dentro ad un altro imbroglio […]

  9. “La sfiga di avere i vescovi”

    Una ragione in più per amare Michele Serra. E, riguardo al finale, vale sempre la saggia frase di un vecchio amico: l’intelligenza non basta neanche per agire in maniera intelligente.

  10. - Sei un cialtrone. – Lo so, hai ragione. – Sei come (omissis): siete privi di Super-Io. – Non me ne parlare, nel frattempo me so’ perso pure l’inconscio. – Nel cambio di stagione? – Machennesò, non lo trovo più da nessuna parte.