1. Chacun son sperme

    Elenco non esaustivo di personaggi in cui ci si immedesima guardando Un château en Italie. La dottoressa che «guardi, le do mezzo Valium.» La madre di Garrel senza lobi frontali che racconta il parto. Il padre di Garrel che ci è rimasto sotto. Garrel (forse più di chiunque) quando lei lo trascina a occuparsi delle […]

  2. È ancora grande, è Mulligan che invece no

  3. Ma anche «Récemment, on a encore fouillé mon sac au Musée de la Marine» – inserite pure qui il vostro «Certo, virgola, come no»

  4. Al Capone is nothing

    Giovedì scorso – mentre nel mezzo della crisi l’informazione Rai si prendeva più ferie di un pupo alle elementari – a Piazza Pulita è andato in onda un servizio di Alessandro Sortino sui ricchi a Cortina. A parte trenta secondi in cui Belen si conferma la più lucida analista politica in circolazione, confesso di aver […]

  5. Il diavolo veste McQueen (o Armani, dipende)

    Scusate, io in matematica non sono versatissima, ma la calcolatrice continua a giurarmi che 7.168 (ore) divise per 13 (mesi) facciano 551 ore, che divise per trenta giorni che ci sono in un mese fanno diciotto ore di straordinario al giorno. Ora, facciamo pur finta di credere che quella nazista di Gaga usasse sulla vittima […]

  6. I’m a geriatric starlet

    Ragioni assortite per amare Iris Apfel: I don’t want to find out if it’s really a Velázquez because then I’ll just be nervous about it. It seems that the fatter and uglier people are, the fewer clothes they wear. If I see something that I like and the price is good and the fabric is beautiful I […]

  7. Cose che ho appreso dall’ultima edizione dell’ultima pagina di Chi, quella in cui Carlo Rossella si scrive «adorato» e graziosamente si risponde: Che Rossella è vegetariano (il che potrebbe inserirlo, nella mia nuova classificazione dell’umanità, in quella categoria che «non guardo la tv da anni» e che «Luca Sofri non sarà simpatico ma è molto […]

  8. Oggi sarebbe il centoquindicesimo compleanno di un tizio la cui rilevanza non ho davvero la pazienza di spiegarvi, né sfoggiando il kit della piccola critica letteraria, né aiutandovi con paragoni tra Anson Hunter e Hubbell Gardner, né rievocando i miei sedici anni e il giorno in cui vedere appuntate da uno che mi piaceva le […]

  9. Una notevole sceneggiatura si riconosce dal fatto che i buoni sono interessanti quanto i cattivi. C’è una ragione se su tutti i quotidiani inglesi tutti i boxini con gli articoli più letti oggi hanno solo link alla vicenda del News of the World che intercettava i telefoni delle celebrità ma anche quelli delle bambine rapite: […]