1. But it feels like a lifetime

    Leggere lui e pensare subito a lui (I’ve been sleepin’ so strange at night: side effects they don’t advertise.)

  2. «Io trovo esilarante che stiate lì, ognuno col proprio team, a lamentarvi dell’ignominia altrui. Non tanto e non solo per la quantità di componenti in comune che hanno i due team, gente che quand’è con te dice quant’è psicopatico lui e quand’è con lui dice quanto sei stronza tu – e fanno bene, ché bisogna […]

  3. Prova con Angelina, in genere migliora

    «I can’t even explain to you how terrible that feels, that I equate dating a woman with punishment, shame, guilt, disappointment, reproach, reprimand, persecution. It’s a nightmare.» (John-rebound-Mayer, qui)

  4. Divano sulla riva del fiume: 429 euro, da Ikea. Stuzzichini low carb per intrattenersi in attesa del cadavere: 73 euro (il bad karma altrui mette appetito), cliccando il pomodoro. Quattro persone in tre ore che ti illustrano il frenetico e smanioso rendersi ridicolo di uno che – non sapendo più come evitare di assumersi le […]

  5. Esiste un benchmark dell’avere un cuore, l’ha (come quasi tutto quel che conta) girato Mike Nichols, dura un’ora e tre quarti ed è impossibile guardarlo senza stare male come si era dimenticato di poter stare (e senza passare il tempo a chiedersi se abbiano origliato la nostra vita, che è la misura delle opere di […]

  6. - Ma sei a casa? Non scendi a prenderti un aperitivo con Hank Moody? – Stai zitto, guarda. – Che è successo? – Che mi sono portata il cofanetto in aereo, porca la puttana porca. La lettera, cazzo. – Eh, beh. Io te l’avevo detto. – Capolavoro. – Ora non esageriamo. – A me se […]

  7. «I feel more than guilty»

    Certe volte vorrei iscrivermi a un corso di boxe solo per poter riempire di mazzate quelli così. Quelli che lo so, ho sbagliato tutto, è colpa mia, le ho fatto del male, e se tornassi indietro gliene rifarei, epperò la amo. Quelli che mi dispiace tanto e mi sento tanto in colpa e adesso che […]

  8. - E perché? – Perché sennò tra cent’anni stavamo ancora così, che ciclicamente era tutt’uno struggimento e un la-mia-vita-senza-di-te-non-ha-senso, che nel giro di 48 ore diventava però, non so, non sono sicuro, non puoi farmi pressioni chiedendomi cosa voglio… – E invece così? – Invece così lei alza il prezzo, io mi ti ripiglio ma […]

  9. «È alla ricerca del neurone che ha dentro, ma non l’ha ancora trovato, dopo 31 anni» (Antonio Cabrini su Flavia Vento)

  10. “Vuole scommettere cento dollari?” “Se avessi cento dollari non farei il tassista” (All’ottavo minuto di discussione circa la surreale convinzione – sua – di non potermi portare al mio indirizzo, perché il mio indirizzo non esisteva, perché era tecnicamente impossibile che Charles e W 4th s’incrociassero, e come facevo a non capirlo, ero proprio una […]